Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Cessione del quinto dello stipendio e pensione: panoramica sull’offerta Unicredit

All’interno di un’offerta ricca come quella dei finanziamenti di Banca Unicredit, dove spicca incontrastata la lunga lista dei prestiti CreditExpress, non può certo essere trascurato un prodotto come la cessione del quinto, che ‘milita’ con una discreta varietà di proposte, articolate tra:

Con la cessione del quinto della pensione o dello stipendio, Unicredit va a soddisfare una platea estremamente ampia di potenziali richiedenti, assicurando al contempo condizioni sempre molto competitive.

Infatti se si vanno ad analizzare le proposte portate avanti dalla banca in questo specifico prestito personale, si riscontra una grande attenzione alle condizioni vigenti del mercato, con cambi effettuati costantemente ed in modo molto dinamico per garantire sempre la massima aderenza a quelle più convenienti.

Questo dinamismo tradotto in opportuni cambi, può portare a delle discrepanze soprattutto sui tassi di interesse rilevati in diversi momenti, spesso anche beneficiari di promozioni temporanee ad elevata convenienza.

Ci sono state importanti variazioni anche sugli importi massimi che possono essere ottenuti. Le cifre massime ottenibili dipendono a loro volta dal tipo dei possibili destinatari all’interno del limite dettato dalla durata del contratto e l’importo dello stipendio o pensione (al netto della quota cedibile). In modo più preciso abbiamo:

  • l’importo più elevato, pari a 72 mila euro, è destinato ai dipendenti pubblici (molto interessante anche il tasso promozionale al 5,30% fino a fine anno);
  • i pensionati possono ottenere una cifra di poco inferiore, pari a 69 mila euro. Si ricorda che Banca Unicredit fa parte delle banche che hanno una convenzione Inps, e che quindi offre tassi più convenienti;
  • i dipendenti privati possono ottenere fino ad un massimo di 47 mila euro.

Preventivo e appuntamento

Indipendentemente dal tipo di cessione che si richiede (stipendio o pensione e dipendenti pubblici o privati) il preventivo è gratis e viene rilasciato entro 4 ore dalla richiesta da un consulente Unicredit My Agent (è necessario quindi richiederlo nei giorni lavorativi).

Grazie alla funzione fissa un appuntamento non si hanno nemmeno i rischi di dover affrontare una lunga fila per ottenere le informazioni di cui si ha bisogno. Tale servizio è disponibile sia nell’applicazione online tramite compilazione dell’apposito form per venire richiamati, oppure chiamando direttamente tra i contatti il numero verde 800575757.

Quando si va all’appuntamento è consigliato portare il cud e i documenti personali, fermo restando che i requisiti necessari sono quelli genericamente previsti per la cessione del quinto e cioè:

  • essere dipendente pubblico o privato a tempo indeterminato, oppure pensionato (anche ex autonomo);
  • avere un’età anagrafica entro i limiti massimi previsti;
  • quota cedibile sufficiente;
  • il contratto da dipendenti deve essere a tempo determinato, e si ricorda che per quelli privati l’importo erogabile è condizionato dall’accantonamento del Tfr maturato.

In tutti i casi il preventivo non condiziona alla richiesta del prestito, avendo il tempo per poter decidere con calma.

Cq Solution Unicredit: il prestito online Unicredit

Calcola la rata online senza impegno


Protestati Cattivi Pagatori Dipendenti Pubblici Dipendenti Privati Calcola Rata
Si
Si
Fino a 72.000 euro
Fino a 47.000 euro

La proposta di cessione del quinto che Unicredit indirizza a tutti i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato, sia appartenenti al settore pubblico che al settore privato è la cessione del quinto dello stipendio storicamente denominata “CQ solution”, che impone, come sole differenze, quelle dell’età massima alla scadenza che deve avere il richiedente, importante anche ai fini della componente assicurativa obbligatoria (polizza a carico di unicredit) e cioè: 75 anni per i dipendenti pubblici e statali, 66 anni per tutti gli altri dipendenti (compresi i parastatali).

L’importo massimo concesso era di 22 mila euro, ma come già accennato è stato ritoccato a rialzo per entrambe le categorie. La durata abbraccia un orizzonte temporale che deve essere compreso tra i 24 e i 120 mesi. Il tasso è fisso, con un Tan massimo fissato al 10,5% (il taeg varia logicamente in funzione della durata del piano di ammortamento scelto).

Poi ci sono comunque da considerare le numerose convenzioni che Unicredit ha stipulato anche con varie aziende, ordini ed enti offrendo condizioni migliori dal punto di vista del Taeg, se si fa parte di una grande azienda, è perciò un’ottima idea informarsi sull’esistenza di convenzioni in corso. Oppure si possono sfruttare le già citate finestre temporali durante le quali sono proposte promozioni con tassi molto più bassi, come una sorta di “black friday” dei tassi di interesse.

La cessione del quinto per il Mef prevede delle agevolazioni sul tasso Tan, in virtù della convenzione stipulata con il ministero, che coinvolge tutti i dipendenti di amministrazioni statali e pubbliche i cui pagamenti degli stipendi siano di competenza dello stesso MEF (la somma massima sale inoltre a 69 mila euro). Anche in questo caso le condizioni possono essere passibili di modifiche, dovendo armonizzarne le caratteristiche con il resto dell’offerta.


Prestito pensione Quinto più: condizioni e caratteristiche

Calcola la rata online senza impegno


Protestati Cattivi Pagatori Importo richiedibile Tassi agevolati in Convenzione INPS Calcola Rata
Si
Si
Fino a 69.000 euro
Si

La cessione del quinto della pensione (dove il quinto si riferisce alla quota cedibile), si rivolge a tutti i pensionati Inps ed ex inpdap. L’età massima alla scadenza è fissata comunque a 80 anni (anche per i pensionati ex Inpdap), e l’importo massimo erogato era di 69 mila euro attualmente aumentato di altri 3000 euro, con possibilità di rimborso tra 24 e 120 mesi, ma sempre entro i limiti imposti dall’età anagrafica del richiedente. Il tasso è sempre fisso, e grazie alla convenzione tra Inps e Unicredit, si rimane in una fascia medio bassa di Taeg applicato.

Anche in questo caso la durata incide sul tasso effettivamente applicato, ma generalmente si rimane abbondantemente di almeno due punti percentuali al di sotto del tasso applicato a chi è ancora in attività lavorativa (siamo intorno a circa l’8%). Sono previsti vantaggi anche sulle spese accessorie applicate.

Conclusioni ed opinioni

L’importo massimo erogato non era tra i più elevati, ma questa sembrava essere veramente la sola pecca di un prodotto solido, con condizioni economiche comunque più che accettabili, grazie anche l’alleggerimento della componente assicurativa che, nella cessione del quinto, rappresenta sempre una voce di costo particolarmente gravosa.

Con gli aumenti sugli importi che Unicredit ha applicato a tutte le tipologie di cessione del quinto il giudizio non può che risultare più che positivo.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy