Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 


E’ possibile cancellare un protesto ?

La presenza di un protesto impedisce l’approvazione di una pratica di mutuo, dunque, per accedervi è necessario procedere alla sua cancellazione dal registro informatico dei protesti, seguendo due diversi percorsi:

A) se il debitore regolarizza la posizione (cambiali e vaglia cambiari) entro 12 mesi dalla levata del protesto: è sufficiente inoltrare l’istanza di cancellazione protesti alla Camera di Commercio competente per territorio. In caso di protesti riguardanti assegni bancari/postali non è possibile richiedere la cancellazione per avvenuto pagamento (bisogna seguire la procedura B)

B) se il debitore regolarizza la posizione (cambiali, vaglia cambiari e assegni) oltre i 12 mesi dalla levata del protesto: bisogna chiedere la riabilitazione al Tribunale e successivamente presentare istanza di cancellazione al Presidente della Camera di Commercio.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy