Benvenuti sul nostro forum: condividi le tue esperienze! (la registrazione non è obbligatoria)

 

#1376 05-01-2009 09:23:27

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Io ho presentato domanda di mutuo all'INPDAP a Gennaio 2007 e poi a fine Marzo 2007 ho presentato domanda, sempre all'INPDAP, per estinzione mutuo precedente (nel frattempo ho dovuto rogitare perchè il costruttore non poteva aspettare oltre). Ho fatto l'atto di surroga con INPDAP a fine Giugno 2008....... sono passati quasi 18 mesi.
Ciao

Non in linea

#1377 07-01-2009 03:54:55

eli
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

ciao a tutti!sono molto ignorante in materia ma ho un bisogno urgente di un consiglio...sono separata maio e il mio ex marito abbiamo cointestata una casa dove io abito insieme al bambino.Le rate del mutuo sono 850 euro e mio marito non vuole più pagare la metà ,quindi io volevo sapere se mi è possibile rinegoziare il mutuo dalla banca all'inpdap per poter riuscire a pagare una rata più bassa e agevolata.premetto che il mio mutuo stipulato è a tasso fisso.Ringrazio anticipatamente a chi vorrà aiutarmi

#1378 08-01-2009 03:36:34

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Chi è iscritto all'INPDAP tu o tuo marito?
Se tu sei iscritta al'INPDAP io credo che tu possa fare una sostituzione (vedi punto 7 art. 1).
Non credo però tu possa fare una surroga in quanto non sei l'unica intestataria della casa.
Prova ad andare a parlare personalmente alla sede INPDAP della tua zona (cerca di parlare proprio con il funzionario addetto all'ufficio mutui) spiegando la tua situazione e vedendo che possibilità puoi avere.

L'art. 2 al punto d) prevede anche di poter acquistare le residue quote di proprietà (in caso di comproprietà) da soggetto estraneo al proprio nucleo familiare.
Non ti conviene sentire un notaio per far sì che tu possa diventare l'unica proprietaria della casa impegnandoti a pagare il debito di mutuo residuo? E' assurdo che solo tu paghi il mutuo e che il tuo ex marito alla fine risulterà essere comunque proprietario al 50% della casa.
Ciao e .... in bocca al lupo

Ultima modifica di Alessandrite (08-01-2009 03:42:45)

Non in linea

#1379 16-01-2009 03:48:01

DANI
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

VORREI FARE DUE DOMANDE.
1) IO AVENDO UN MUTUO IMPDAP DA FINE 2007 VORREI SAPERE SE MI ARRIVA A CASA LA CERTIFICAZIONE DEGLI INTERESSI PAGATI AL FINE DEL RECUPERO DEL 19% SUL 730?
2) VORREI SAPERE SE E' VERO (MI E' STATO DETTO) CHE IN CASO L'IMPDAP DIMINUISCA IL TASSO FISSO ANCHE CHI PRECEDENTEMENTE HA STIPULATO UN MUTUO CON LORO A TASSO FISSO PIU' ALTO POTRA' USUFUIRE DI TALE DIMINUZIONE? MI SEMBRA STRANO!!!!

#1380 16-01-2009 05:51:58

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

1) si, dovrebbero inviarla a casa (almeno a me  è stato detto così) non sono molto pratica perchè la prima rata del mutuo l'ho pagata alla fine di dicembre 2008 e quindi anch'io spero di ricevere la lettera senza che succeda come per il MAV che ad oggi non mi è ancora arrivato (ho dovuto fare un versamento compilando io un bollettino di c/c postale facendomi dare tutti gli estremi da un'impiegata);

2) Non credo proprio che possa esserci questa possibilità...... di solito se scegli un tasso fisso, quello rimane tale per tutta la durata del mutuo..... abbiamo sempre però la possibilità di surrogare con altra Banca se arriveremo ad avere dei tassi fissi più competitivi di quelli dell'INPDAP.

Da quello che so l'INPDAP nel 2008 ha dato solo la possibilità a chi aveva, negli anni scorsi, sottoscritto dei mutui a tasso variabile (che era diventato molto alto) di cambiarlo con il tasso fisso.

Ciao

Non in linea

#1381 16-01-2009 16:12:26

dibilino
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

Ciao Alessandrite e buon anno!
Almeno tu che sai tutto ...  hai notizie sui tassi inpdap se scenderanno quest'anno?
Perchè proprio come dicevi tu, tra un pò quelli applicati dalle altre banche scenderanno sotto il 4,50% !
Ciao, Lino.

#1382 17-01-2009 02:25:44

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Mi dispiace, ma non sono così informata.
Ciao e Buon anno anche a te

Non in linea

#1383 20-01-2009 06:47:46

Fiore
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

Salve a tutti. Qualcuno sa indicarmi i tempi di risposta dell'INPDAP in caso di mancata accettazione della domanda? Grazie
i

#1384 22-01-2009 07:02:09

s72
Nuovo Membro
Registrato: 09-12-2008
Messaggi: 2

Re: Mutuo Inpdap

Fiore,
se per non accettata intendi "respinta per mancanza di fondi... bla ... bla",
allora la comunicazione formale è probabile che ti arrivi con lettera raccomandata gli ultimi giorni del trimestre in cui fai domanda (così mi è accaduto due volte).
Se, invece, temi non venga accetta per via di documentazione errata o mancanza di requisiti, allora probabilmente potrebbe arrivarti nel momento in cui la domanda viene esaminata.
Tieni conto che, in genere, le domande vengono esaminate solo se rientrano nel numero di quelle che si ipotizza si riescano a finanziare nel trimestre.
In altre parole, il fatto che possano scrivere che la domanda è respinta per mancanza di fondi non implica che la domanda sia stata esaminata e quindi giudicata corretta.

Questo formalmente.
Informalmente o quasi, conviene telefonare all'ufficio crediti inpdap di competenza per sapere come sta messa in graduatoria la tua domanda.

Non in linea

#1385 27-01-2009 13:53:01

Emanuele2
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

Ciao! Sono insegnante a tempo determinato nella scuola da 3 anni. Posso accedere al mutuo indpad o devo attendere la fine dei 4 anni per essere insegnante stabilizzato? Grazie.

#1386 28-01-2009 01:30:53

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

articolo 1 punto 2

I mutui possono essere richiesti dagli iscritti in servizio, con contratto di lavoro a tempo indeterminato, con una anzianità effettiva globale, computando anche i periodi di servizio a tempo determinato per i quali sia stato versato il contributo credito, di almeno 3 anni.

Qui puoi scaricare il regolamento: http://www.inpdap.it/webinternet/downlo … ui2007.pdf

Non in linea

#1387 06-02-2009 05:59:38

rocco
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

LA CERTIFICAZIONE DEGLI INTERESSI PAGATI AL FINE DEL RECUPERO DEL 19% SUL 730?

mi hanno detto (inpdap milano) che fa fede il prospetto della ripartizione della quota capitale ed interessi che ci hanno datto al momento del rogito. Il prospetto è in originale e firmato.
Dicono che a casa non arriva nulla! x i MAV invece di solito ci impiegano 1 anno o 1 anno e mezzo!!!

#1388 06-02-2009 10:57:21

oric
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

Per cortesia vorrei sapere, dovendo effettuare la surroga con l'inpdap il 16/03, se è vero che queste sono sospese a causa di problemi di interpretazione della nota dell'Inpdap sui costi notarili da imputare al mutuatario.
In conseguenza di questo la sede Inpdap mi ha proposto di effettuare la rinegoziazione al posto della surroga, altrimenti avrei dovuto aspettare molto tempo, cioè quando sarà risolto il dubbio di cui sopra.
Un altro problema che ho è sul conteggio di estinzione del mutuo della banca precedente.
Poichè io pago la rata il 7 di ogni mese, la banca mi rilascia il conteggio valido fino al 6/3, mentre l'Inpdap vuole una copia aggiornata alla data di stipula (16/03) che dovrei consegnare entro il prossimo 16 febbraio. 
Come mi devo comportare ?

#1389 07-02-2009 05:18:25

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Intanto non mi risulta che le surrgohe siano state bloccate.......
E' chiaro che per loro è meno complicato farti fare una SOSTITUZIONE del mutuo anzichè una SURROGA.
Tu però devi essere consapevole del fatto che una sostituzione comporta:
1) spese notarili più alte (paghi proprio come un nuovo mutuo);
2) devi ripagare l'imposta sostitutiva 0,25% del capitale richiesto;
3) devi pagare la penale di estinzione anticipata alla tua vecchia banca;
4) devi pagare le spese pe la cancellazione dell'ipoteca;
5) devi pagare le spese per la nuova iscrizione ipotecaria.

Il tuo Notaio (è suo compito) dovrà chiamare la vecchia Banca e sentire, oltre al debito residuo al 07 Marzo 2009 a quanto ammontano le spese di preammortamento (interessi passivi) dal 07/03/2009 al 16/03/2009 giorno della stipula della surroga, il tutto verrà sommato e sarà il complessivo debito residuo che andrà alla tua vecchia Banca alla data del 16/03. Il Notaio dovrà comunicare detta cifra all'INPDAP per emettere l'assegno circolare.
Ciao

Non in linea

#1390 07-02-2009 09:16:43

oric
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

Ma con la legge Bersani non è vero che non si applicano più le penali per le estinzioni anticipate dei mutui, o questo vale solo per le surroghe e non per le rinegoziazioni ?

#1391 07-02-2009 11:54:36

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

http://www.aduc.it/dyn/sosonline/scheda … eda=170308

MUTUO CASA DI ABITAZIONE: NIENTE PENALI PER L'ESTINZIONE ANTICIPATA (art.7)
Il mutuatario che chieda l'estinzione anticipata o parziale di un contratto di mutuo per l'acquisto o la ristrutturazione della casa di abitazione (vedi nota *) non deve piu' pagare penali ne' compiere alcuna prestazione a favore del soggetto mutuante (banca, finanziaria o altro).
Eventuali clausole o patti di tal genere sono nulli di diritto, ma non comportano la nullita' del contratto.

(*) Nota importante: la finanziaria 2008 (legge 244/07 art.2 comma 450) ha precisato che queste regole valgono per i mutui stipulati o accollati a seguito di frazionamento anche relativi all'acquisto della casa da costruire (ai sensi della legge 122/05).

Le nuove regole valgono per contratti stipulati a partire dalla data di entrata in vigore del decreto (2/2/2007) per i mutui prima casa stipulati con le banche, e dalla data di entrata in vigore della legge di conversione (3/4/2007) per i mutui stipulati con qualsiasi soggetto (banca, finanziaria, etc.) inerenti l' acquisto o la ristrutturazione della casa di abitazione o dell'unita' immobiliare adibita allo svolgimento della propria attivita' ecomonico/professionale.

RIGUARDO I MUTUI STIPULATI (relativamente a quanto detto) PRIMA DEL 2/2/07 o del 3/4/07, le banche -ovvero l'Abi- e le associazioni di consumatori facenti parte del CNCU sono state incaricate di trovare un accordo per fissare penali piu' eque. In data 2 Maggio 2007 l'accordo e' stato raggiunto e prevede, nel dettaglio:

Per i mutui a tasso variabile stipulati prima del 2/2/07 (o del 3/4/07 a seconda del caso) e per i mutui a tasso fisso stipulati prima del 1/1/2001:
- nessuna penale se si rescinde negli ultimi due anni di ammortamento;
- penale massima 0,20% se si rescinde nel terzultimo anno di ammortamento;
- penale massima 0,50% se si rescinde prima del terzultimo anno di ammortamento.
Note:
- Se il contratto prevedeva gia' una penale di importo uguale od inferiore a quelle fissate dagli accordi, viene prevista una riduzione di 0,20 punti percentuali applicabile alla penale contrattuale.
- Queste penali massime valgono anche per i mutui a tasso misto stipulati prima del 1/1/2001 e per quelli stipulati successivamente per i quali la variazione della tipologia di tasso (dal fisso al variabile o viceversa) sia prevista contrattualmente con cadenze periodiche inferiori o uguali a due anni. Nei casi in cui le cadenze siano superiori a due anni si applicano queste misure massime solo se al momento dell'estinzione anticipata sia in vigore il tasso variabile.

Per i mutui a tasso fisso stipulati successivamente al 31/12/2000:
- nessuna penale se si rescinde negli ultimi due anni di ammortamento;
- penale massima 0,20% se si rescinde nel terzultimo anno di ammortamento:
- penale massima 1,50% se si rescinde nella seconda meta' del periodo di ammortamento (comunque prima del terzultimo anno);
- penale massima 1,90% se si rescinde nella prima meta' del periodo di ammortamento.
Note:
- Se il contratto prevedeva gia' una penale di importo uguale od inferiore a quelle fissate dagli accordi, sono previste le seguenti riduzioni applicabili alle penali contrattuali:
* di 0,25 punti percentuali se la penale e' uguale o superiore all'1,25%;
* di 0,15 punti percentuali se la penale e' inferiore all'1,25%.
- Queste penali massime si applicano anche ai mutui a tasso misto stipulati dopo il 31/12/2000 per i quali la variazione della tipologia di tasso (da fisso a variabile o viceversa) sia prevista con cadenze periodiche superiori ai due anni nel caso in cui al momento dell'estinzione anticipata sia vigente il tasso fisso. In questi casi il periodo di ammortamento da tenere in considerazione e' quello regolato dal tasso fisso vigente al momento dell'estinzione anticipata.

COME MUOVERSI
I mutuanti (banche, finanziarie, etc.) sono obbligati ad informare i propri clienti riguardo le nuove penali massime, nonche' ad applicarle senza ulteriori costi per il debitore, nemmeno riguardanti le comunicazioni.
Il debitore deve presentare, con la richiesta di estinzione, una dichiarazione sostitutiva di notorieta' (autocertificazione) che attesti il possesso dei requisiti previsti dall'accordo per fruire delle riduzioni. Questi i modelli da utilizzare: http://www.aduc.it/dyn/sosonline/moduli … eda=179544
Nel caso si incontrino resistenze o rifiuti sara' opportuno, oltre a contestare con messa in mora, segnalare il comportamento della banca o della finanziaria all' ABI.

PIU' FACILE TRASFERIRE IL MUTUO (O IL FINANZIAMENTO) DA UNA BANCA (O DA UNA FINANZIARIA) ALL'ALTRA (art.8)
Il debitore puo' scegliere di trasferire il mutuo -come il contratto di apertura di credito o di finanziamento- ad un altro soggetto (banca, finanziaria, etc.) applicando la "surrogazione" prevista dall'art.1202 del codice civile. Applicare la surrogazione significa aprire un altro mutuo -con un soggetto mutuante diverso- per estinguere il vecchio pur mantenendone le clausole, e facendo subentrare il nuovo mutuante in tutte le garanzie previste (tipicamente l'ipoteca).
La novita' del decreto e' che tale surrogazione deve avvenire “senza particolari formalita'”. Cio' significa che per ottenerla e' sufficiente presentare in conservatoria -ai fini dell'annotazione del trasferimento dell'ipoteca- una copia autentica dell'atto di surrogazione stipulato come atto pubblico o come scrittura privata autenticata. La pratica viene poi gestita d'ufficio dalla conservatoria, che deve provvedere tempestivamente all'annotazione della surrogazione a margine dell'iscrizione dell'ipoteca.
Il decreto prevede inoltre che siano nulli tutti i patti, anche posteriori alla stipula del contratto, che impediscano o rendano onerosa la surrogazione, pur rimanendo validi i contratti che li contengono. La vecchia banca (o finanziaria) deve agevolare il passaggio anche se sul contratto vi sono termini di adempimento a suo favore non scaduti o se il credito non e' esigibile.
Alla surrogazione, ovvero alla relativa annotazione in conservatoria, non si applicano l'imposta sostitutiva prevista dall'art.17 del dpr 601/73 (sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative) ne' le imposte indicate nell'articolo 15 dello stesso decreto (imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali sugli atti giudiziari relativi alle esecuzioni, modificazioni, estinzioni dei contratti). Rimane dovuta, invece, la tassa ipotecaria prevista dal d.lgs.347/90 per la trascrizione, che ad oggi dovrebbe essere di 35 euro.
Se il mutuo e' "prima casa", inoltre, ne rimangono validi tutti i benefici.

Non in linea

#1392 07-02-2009 11:56:15

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Se il tuo mutuo è stato stipulato prima del 02/02/07:

se fai una sostsituzione: devi pagare la penale per estinzione anticipata
se fai una surroga: la penale la paga la banca subentrante


Se il tuo mutuo è stato stipulato dopo il 02/02/07 non hai da pagare nessuna penale, in nessuno dei due casi.

Ciao

Non in linea

#1393 08-02-2009 12:20:26

pier
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

ciao a tutti, il mio problema è il seguente: ho stipulato un mutuo inpdap x una casa a milano nel 2006 e oggi vorrei vendere la stessa e prenderne un altra sempre a milano. Così facendo estinguerei il mutuo inpadap e ne riaprirei un altro x il nuovo acquisto. Mi chiedo se è possibile, se ci sono restrizioni oppure se vado incontro a spese eccessive. grazie a tutti

#1394 09-02-2009 02:57:14

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

E' possibile vendere la tua casa estinguendo il mutuo e riacquistare una casa nuova accendendo un nuovo mutuo (non INPDAP).
Tra l'altro se riacquisti una casa (prima casa) entro un anno dalla vendita della precedente abitazione, puoi usufruire delle agevolazioni fiscali "prima casa".

Qui puoi trovare il regolamento dei mutui INPDAP:
http://www.inpdap.gov.it/webinternet/do … ui2007.pdf

L'art. 20 dice che devi tenere la residenza nell'immobile oggetto di mutuo per almento 5 anni, a meno che tu non provveda ad estinguere totalmente il mutuo che hai in corso con l'INPDAP.

Leggi anche l'art. 5 del Regolamento: se hai ottenuto un mutuo INPDAP, per ottenere un nuovo finanziamento devono essere trascorsi almeno 5 anni dalla data di erogazione del mutuo precedente e devi averlo estinto.
L'unica deroga a quanto sopra è in caso di separazione o scioglimento del matrimonio con assegnazione della casa all'altro coniuge.
Ciao

Non in linea

#1395 10-02-2009 06:11:59

giuseppe76
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

ciao a tutti
avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito all'accesso al mutuo inpdap
- possiamo accedere al mutuo inpdap in surroga se la casa e l'attuale mutuo sono cointestati ma solo mia moglie è iscritta  all'inpdap?
- se posso accedere, quali spese dovrò sostenere??
ho visto la nota spese di luigi 78 e mi è parsa un pò onerosa - più di 3000 euro!?!? -
considerando un mutuo a tasso fisso al 4.90 %  e variabile al 3.55 % il gioco non vale la candela!!! - o no???

#1396 10-02-2009 08:11:54

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Per Giuseppe76:

1) dipende dalla sede e da come viene interpretata la nota operativa n. 361 del 2007   .... io a Parma sono riuscita a fare la surroga come pure Luciano08 a Viterbo e Sirol a Verona mentre Luigi1978 a Latina e Dania a Napoli non ci sono riusiciti

La nota nr.361/r d.d. 23.10.2007 della Direzione Centrale Credito e Benefici Sociali nella quale, alla Sezione "Regime patrimoniale dei coniugi", è testualmente inserito:
"La concessione del mutuo da parte dell'istituto, a seguito della portabilità, sarà possibile SIA nel caso in cui i coniugi siano in regime di COMUNIONE DEI BENI, SIA nel caso di separazione dei beni, PURCHE' I CONIUGI RISULTINO ENTRAMBI ISCRITTI. La concessione del mutuo in questione NON POTRA' AVVENIRE nel caso in cui I CONIUGI SIANO IN SEPARAZIONE DEI BENI ED UNO SOLO DI ESSI RISULTI ISCRITTO" F.to A. La Piccirella

2) se fai la surroga devi pagare: 0,50% per spese amministrative INPDAP sul capitale che chiedi, le spese notarili (io ho pagato circa 540 euro), perizia tecnica (circa 100 euro - se invece non hai la vecchia perizia della Banca cdevi fare la perizia tecnico-estimativa che costa di più); assicurazione incendio e scoppio (che dovresti già avere anche con la Banca..... disdici quella e ne fai un'altra oppure ti fai cambiare il nome del beneficiario)

3) le spese di Luigi1978 sono state più alte perchè si è trattato di fare un nuovo mutuo (sostituzione e non surroga)

4) il tasso fisso INPDAP è al 4,15% non al 4,90.

Ciao

Ultima modifica di Alessandrite (10-02-2009 08:21:41)

Non in linea

#1397 10-02-2009 11:14:29

giuseppe76
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

grazie mille per la risposta,
per 4.90 % intendevo il tasso della mio mutuo;
quindi essendo in regime di separazione e non essendo entrambi iscritti all'inpdap = niente mutuo???!!!
allora conviene rimanere dove sono che comunque è un mutuo agevolato in convenzione inpdap!!!!!

#1398 10-02-2009 11:27:49

giuseppe76
Ospite

Re: Mutuo Inpdap

p.s. no riesco a trovare la nota da te citata la 361 del 23/10/07
hai un link di riferimento???

#1399 10-02-2009 12:44:54

valeriannacarmine
Nuovo Membro
Registrato: 10-02-2009
Messaggi: 1

Re: Mutuo Inpdap

vorrei avere informazioni,dopo 1 anno e mezzo hanno accettato la richiesta di estinzione da banca a mutuo inpdap.mi hanno dato 30  giorni di tempo per trasmettere la relazione preliminare del notaio, al fine di procedere alla perizia.
1)è possibile fare la surroga essendo sol mio marito iscritto con inpdap,e avendo il vecchio mutuo cointestato.abbiamo comunione dei beni.
2)Se non è possibile la surroga il notaio attorno a quanto mi costerà?
3)Qualcuno mi sa dire le spese che affronterò?
4)nella raccomandata viene citata la legge 2.4.2007,n.40.Qualcuno sa di cosa si tratta.

la Sede del l'Inpdap è Mestre.Se avete conoscenze contattatemi.grazie smile

Non in linea

#1400 11-02-2009 03:55:15

Alessandrite
Membro SENIOR
Registrato: 01-07-2008
Messaggi: 356

Re: Mutuo Inpdap

Per Giuseppe 76

Se siete in separazione dei beni non riuscite assolutamente a fare la surroga con INPDAP.
Puoi però fare la sostituzione con INPDAP .... sempre che ti convenga farla ...... le spese da affrontare sono più alte, ma sono detraibili.
Ti ho inviato email.

Ciao

Non in linea

Discussioni Simili Utente Data
Post simili
giovanni 06 05 2006
Post simili
luciano08 25 11 2008
Post simili
Alessandrite 26 06 2008
peppuccio.tp 01 11 2007
Post simili
caludio 78 22 07 2010

Footer forum

Spaziomutui.com