Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Aste giudiziare con e senza incanto: consigli utili

Un altro canale di vendita, se così possiamo chiamarlo, di immobili, è quello delle aste giudiziarie. Acquistare una casa all’asta può essere estremamente conveniente, permettendo un risparmio sul valore di mercato dell’immobile che può arrivare anche al 60-70% (vedi anche Esecuzione immobiliare).

Venire a conoscenza del calendario delle aste giudiziarie della propria città è sempre più facile, molti siti specializzati si occupano di raccogliere e catalogare le varie vendite, inoltre è possibile consultare i siti istituzionali dei vari tribunali, riviste di settore o gli annunci inseriti nei quotidiani e affissi lungo le vie cittadine.

Generalmente on line è possibile ottenere, oltre ai dati generali dell’asta, anche una copia della relazione stilata dal perito nominato dal tribunale per valutare l’immobile e che ne definisce il prezzo base per le offerte. Le vendite giudiziarie possono essere senza incanto o con incanto.

Nelle vendite senza incanto il tribunale – come visto – stabilisce, affidandosi ad un esperto, il valore dell’immobile e chiunque (tranne il debitore) può depositare un’offerta presso la cancelleria del tribunale indicando prezzo, tempi e modalità di pagamento. In presenza di più offerte, il giudice indirà una gara prendendo a base l’offerta più alta.

Nelle vendite con incanto, invece, il tribunale stabilisce il valore da prendere a base e il rialzo minimo da apportare e, nella data stabilita, tutti gli interessati possono presentarsi per fare la propria offerta. C’è da precisare che:

  • quando la base d’asta è molto vicina al valore di mercato dell’immobile, è probabile che nessuno si presenti e quindi venga stabilita una nuova asta con base ridotta di una percentuale prestabilita;
  • per poter partecipare alle aste occorre iscriversi presso la cancelleria del tribunale, depositando anche un assegno circolare di valore stabilito dal giudice e comunque non superiore ad un decimo della base d’asta. Tale cauzione verrà restituita in caso di non aggiudicazione;
  • alle aste può partecipare chiunque, tranne il debitore, senza bisogno di alcuna particolare assistenza tecnica o legale;
  • è possibile, e consigliabile, visionare l’immobile prima dell’asta e non basarsi solamente sulla perizia effettuata per la valutazione;
  • l’aggiudicatario rimane “provvisorio” per 10 giorni, se entro questo termine non saranno pervenute altre offerte presso la cancelleria del tribunale, allora l’aggiudicazione sarà definitiva.

Per venire incontro ai cittadini che intendono acquistare casa all’asta, i tribunali hanno stabilito convenzioni con istituti di credito, permettendo così di partecipare anche a chi non ha a disposizione grosse somme di denaro.
Ricordiamo, infine, che, come in qualunque altra vendita, l’acquisto di una casa ad una vendita giudiziaria, è soggetto alle imposte indirette previste dalla legge.


 

 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy