Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Acquisto casa dal costruttore: come evitare brutte soprese

L’acquisto della casa direttamente dal costruttore presenta molti vantaggi ma anche molti rischi, quindi, anche in questo caso, l’attenzione e la prudenza sono d’obbligo prima di prendere una decisione.
Tra i vantaggi derivanti dal trattare con l’impresa costruttrice, senza intermediari, c’è sicuramente quello della garanzia: la legge prevede la responsabilità del costruttore nel caso di rovina totale o parziale dell’immobile, o di evidenti gravi difetti, per 10 anni dall’ultimazione dell’opera (e qualunque clausola contrattuale a limitazione di tale garanzia è da considerarsi nulla).
Molto importante è anche la possibilità di personalizzazione dell’immobile nel caso di acquisto in fase di costruzione. Le imprese, infatti, propongono spesso varie combinazioni di finiture offrendo al cliente una discreta scelta anche per ciò che riguarda la composizione interna degli ambienti.

Per ultimo, ma non certamente per importanza, acquistando un immobile di nuova costruzione si è sicuri (o almeno così dovrebbe essere) di non dover incorrere in spese per riparazioni almeno per qualche anno, spese che, laddove presenti, non sono certo per importi irrisori.

Ma non è tutto oro quel che luccica.
Acquistando dal costruttore ci si espone al rischio di un eventuale fallimento dell’impresa venditrice, situazione che nel corso degli anni ha colpito molte famiglie italiane che hanno visto andare in fumo le somme già versate a titolo di caparra.

Il sistema per proteggersi da tale evenienza è quello di pretendere una polizza assicurativa e fidejussoria dal costruttore, in modo che, nel caso di un suo fallimento, ci si potrà rivolgere alla banca, assicurazione o altro intermediario finanziario e ottenere il risarcimento della somma versata (vedi anche assicurazione mutuo).

Infine, è bene ricordare il contenuto della legge Finanziaria 2008, la quale ha stabilito che chiunque acquisti un immobile soggetto ad IVA risponde in solido con il venditore nel caso in cui in fattura non sia riportato l’esatto prezzo pattuito per l’acquisto.

Prosegui la guida casa su Acquistare casa con l’agenzia, oppure torna all’articolo precedente: Agevolazioni prima casa

 

 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy