Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Conviene comprare casa in costruzione o in ristrutturazione: confronto costi e rischi per risparmiare sull’acquisto dell’immobile

Il mercato immobiliare presenta diverse opzioni nella fase di acquisto, che vanno dalla permuta (formula ancora poco usata in Italia), all’acquisto da privati oppure da costruttore. Per risparmiare, ovvero per ottenere un trattamento economico agevolato, dovuto alla differenza tra il prezzo di vendita e il valore di mercato, sono due le situazioni che possono portare ai migliori risultati: l’acquisto da costruttore per una casa in costruzione (e non già finita), oppure l’acquisto da privati ma per un immobile da ristrutturare.

Quando è meglio acquistare un immobile da ristrutturare?

La determinazione precisa della componente di prezzo che va scorporata da quello di acquisto (nella fase di negoziazione che porta poi eventualmente all’atto di compravendita preliminare), oppure lo sconto praticato a monte, quando si tratta di un immobile da ristrutturare non è agevole. Sicuramente non bisognerebbe basarsi esclusivamente su quanto affermato dagli esperti dell’agenzia, ma è preferibile tornare a fare un sopralluogo con un amico o persona di fiducia del mestiere.

Ovviamente si possono comunque avere solo delle indicazioni di massima, ma si potrà arrivare con migliore approssimazione al gap che c’è tra prezzo di vendita (attuale) e valore di mercato (futuro) a lavori finiti. Generalmente bisogna preferire l’acquisto di un immobile da ristrutturare nei momenti in cui il mercato immobiliare attraversa una fase di ribasso dei prezzi, dato che acquistando da un costruttore non si otterrebbe lo stesso livello di sconto, visto l’allineamento generale dei prezzi, e di conseguenza un minor gap tra prezzo di mercato e valore dell’immobile (che tendono a coincidere o quasi).

Quando è meglio acquistare casa da un costruttore

Per risparmiare, se si sceglie la strada dell’acquisto da costruttore, bisogna acquistare sulla carta, ovvero sulla base del progetto di costruzione: in questo modo, dato che ci si fa carico del rischio che il progetto non venga terminato (ipotesi abbastanza rara), ma anche dell’ipotesi di un abbassamento del prezzo di mercato (quindi a lavori finiti si pagherebbe di più rispetto all’acquisto da privati), il prezzo di acquisto pattuito al momento della firma è generalmente più basso rispetto a quello medio di mercato.

In più si usufruisce del vantaggio di poter effettuare i pagamenti a tranche, con esborsi iniziali bassi, e di chiedere correzioni in corso d’opera (ad esempio nella scelta dei materiali o suddivisione degli ambienti) senza ulteriori costi.

Per ottenere un buon livello di risparmio, bisognerebbe scegliere questa strada nei momenti in cui il prezzo del mercato immobiliare tende ad essere medio o medio-alto. Infatti sia se i prezzi proseguiranno nella salita, e sia che rimangano invariati, si è ottenuto un buon risparmio.


 

 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy