Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Come ottenere un mutuo ristrutturazione

Una volta decisi gli interventi di ristrutturazione da effettuare bisogna trovare i fondi per finanziarli; nel caso in cui le vostre disponibilità economiche non siano sufficienti, è possibile richiedere un mutuo a copertura del costo dei lavori.

Ovviamente per la ricerca e la corretta valutazione delle migliori condizioni economiche valgono le regole descritte in precedenza nell’articolo relativo alla richiesta del mutuo per l’acquisto della prima o della seconda casa a cui vi rimandiamo.

Importo Durata Richiedibile senza garanzie Ottenibile senza conto corrente Calcola rata
Fino a 100.000 euro
Da 3 a 10 anni
Si
Si

Differenti, invece, sono alcuni documenti da inviare all’istituto di credito prescelto e necessari per l’accensione del prestito.
Nel caso in cui il prestito venga richiesto per interventi di manutenzione ordinaria, sarà sufficiente presentare un preventivo di spesa rilasciato dall’impresa che effettuerà i lavori o da un professionista abilitato. A tale documento, nei casi di manutenzione straordinaria, vanno aggiunti il progetto edilizio e la DIA (o in alternativa la domanda di autorizzazione edilizia fatta al comune).

Un caso a parte, infine, è rappresentato dalle ristrutturazioni con grandi opere, per cui è richiesta anche copia della concessione edilizia e del versamento del contributo eventualmente dovuto all’Amministrazione Comunale.

Attenzione: il mutuo per la ristrutturazione della casa, in genere, potrà essere di un importo massimo pari all’80% del preventivo di spesa presentato alla banca e, in ogni caso, non superiore al valore dell’immobile (tale condizione varia da banca a banca, in alcuni casi non è possibile superare il 50% del valore dell’immobile). È molto importante sottolineare questo aspetto per sapere in partenza che occorre avere la disponibilità economica di almeno il 20% dell’importo totale dovuto all’impresa che eseguirà i lavori.

Quasi tutti gli istituti di credito offrono prodotti finanziari dedicati alle ristrutturazioni, per fare una valutazione iniziale relativamente alle varie condizioni praticate, potete utilizzare i numerosi strumenti disponibili on line che, elaborando alcuni dati che dovrete inserire come le entrate e le spese mensili, vi forniscono informazioni sulla durata, l’importo massimo ottenibile e quello della singola rata.

Per approfondimenti consultare la sezione dedicata al calcolo rata mutuo


 

 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy