Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Quotazioni immobiliari: sono davvero importanti?

Internet, specialmente quando si tratta di trovare “informazioni” sui valori degli immobili si conferma una fonte pressoché inesauribile di contenuti, per cui fare una cernita tra quelle che sono basate su dati reali e pertinenti, e quelle che invece non lo sono, diventa molto complicato. Per semplificarsi questo difficoltoso e faticoso compito, per prima cosa bisogna domandarsi quali siano le ragioni per cui si vogliono fare analisi o indagini sulle quotazioni immobiliari. Le ipotesi sono principalmente due: per vedere se conviene vendere oppure se è il momento giusto per comprare nella zona scelta.

Come capire se è il momento giusto di vendere?

In questo caso le quotazioni immobiliari hanno un carattere indicativo poco influente. Questo perché sono le “zone” che fanno i prezzi, con la componente, sempre molto rilevante, delle preferenze personali: si può infatti trovare un acquirente disposto a pagare più del “prezzo” di mercato per quella che considera la soluzione abitativa perfettamente coincidente con le proprie aspettative e necessità.

A riguardo il carattere ‘zonale’ delle quotazioni sugli immobili diventa molto importante soprattutto nelle grandi città come Roma, e specialmente per le zone “storicamente” di un certo peso: qui sono in assoluto le preferenze a fare il prezzo, e non le condizioni reali della zona in cui l’immobile è ubicato. Se ci si allontana in periferia ci sono altri fattori da considerare e si torna a sperare in un approccio di tipo più oggettivo. Per avere un quadro chiaro, si deve fare una ricerca anche sugli annunci di vendita della zona.

Come capire se è giusto comprare?

Per affinare la ricerca, allora i dati delle quotazioni immobiliari possono essere di aiuto. Qui però non ci si deve affidare in modo asettico, poiché le quotazioni immobiliari ufficiali (che possono essere viste anche nell’apposita sezione OMI del sito dell’Agenzia delle Entrate) indicano un valore minimo e massimo, con un range molto poco indicativo ai fini del valore di mercato reale, soprattutto perché si tratta di rilevazioni fatte ogni semestre, e per zone omogenee.

Diventa più interessante vedere le oscillazioni di prezzo di una zona (precedentemente individuata), guardando, ad esempio, i dati riportati nei vari ‘borsini’ immobiliari online, che possono far approfittare di un buon momento (legato ad una lunga flessione), indirizzando al contempo la scelta verso il taglio di abitazione più adatto che, normalmente, coniuga alle necessità familiari anche le opportunità di sfruttare il prezzo più favorevole (vedi anche Migliore agenzia immobiliare).

Prosegui su Iva seconda casa oppure torna a Spese acquisto prima casa


 

 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy