Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Vincolo paesaggistico: cos’è e come funziona l’autorizzazione

Se si vive o si hanno proprietà, sulle quali esiste un vincolo paesaggistico, prima di poter fare qualsiasi tipo di lavoro o modifica, bisogna ottenere la relativa autorizzazione paesaggistica ordinaria, che può essere, a richiesta, accompagnata dalla relazione paesaggistica normale o semplificata.

Valutazione

La richiesta dell’autorizzazione avviene presentando domanda e documentazione relativa al tipo di intervento da effettuare, presso gli uffici comunali preposti, pagando le imposte stabilite dall’amministrazione.

Dal ricevimento di tutta la documentazione, l’amministrazione comunale ha tempo 40 giorni per valutare la richiesta, sotto il punto di vista della congruità e della compatibilità con le disposizioni relative al rispetto del vincolo paesaggistico, ed eventualmente richiedere altra documentazione, e poi trasmettere le proprie conclusioni alla sovrintendenza. Questa a sua volta ha tempo 60 giorni, valendo il principio di silenzio assenso.

Se nei successivi 60 giorni (a meno di sospensioni per approfondire l’istruttoria) il sovrintendente non dà parere negativo, l’amministrazione comunale, che nella precedente relazione aveva dato parere positivo, può procedere al rilascio dell’autorizzazione paesaggistica.

In caso di difformità sull’esecuzione dei lavori (o se sono stati fatti in assenza di autorizzazione paesaggistica) per alcuni casi (e solo per essi, nel rispetto di quanto ammesso dalle norme del comune) si può procedere con l’autorizzazione paesaggistica in sanatoria.

Come richiederla?

Ogni comune prevede un apposito modulo, che va richiesto localmente o scaricato sul sito (se è prevista la possibilità). La domanda va presentata almeno in duplice copia, una delle quali con marca da bollo da 16 euro. Quindi bisogna pagare i diritti di segreteria (solitamente pari o superiori a 200 euro ed in taluni casi per l’autorizzazione paesaggistica semplificata i diritti di segreteria possono essere più bassi rispetto a quella ordinaria). Infine bisogna portare un’altra marca da bollo che va messa sul provvedimento di autorizzazione.

Tempi di efficacia

Normalmente l’autorizzazione paesaggistica semplificata ed in sanatoria, una volta rilasciate diventano immediatamente operative. La durata poi si protrae per 5 anni. Stessa durata per quella ordinaria, che diventa efficace nei successivi 15-20 giorni successivi al rilascio dell’autorizzazione (sui tempi è preferibile chiedere presso il proprio comune in quanto non mancano delle discrepanze locali).


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy