Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 


Quale durata del mutuo scegliere 

La legge prevede che la durata sia media o lunga, per cui avremo mutui di 5, 10, 15 o 20 anni, più raramente 25 o 30 anni. Tuttavia, oggi è possibile stipulare mutui con durata massima di 40 anni, ed eccezionalmente anche di 50 anni.

Attenzione alla durata !
Stipulare un mutuo di 30 o 40 anni consente di alleggerire l’importo della rata, di contro l’importo degli interessi totali da pagare aumenta proporzionalmente di anno in anno fino ad arrivare a cifre veramente considerevoli se rapportate all’importo di mutuo richiesto.
Inoltre, è bene sottolineare che superata la soglia dei 25/30 anni, ulteriori aumenti di durata incidono sull’importo della rata in maniera meno significativa, mentre gli interessi da restituire continuano ad aumentare sensibilmente.

Esempio: mutuo di 150.000 Euro; tasso: 6% con durata 5-10 anni e 30-35 anni (per un esempio personalizzato, puoi utilizzare lo strumento che esamina la rata del mutuo in funzione della durata)

5 anni: rata 2899 euro
interessi totali da pagare:
23.995 euro
10 anni: rata 1665 euro
interessi totali da pagare:
49.837 euro
Differenza rata: 1234 euro
differenza interessi:
25.842 euro

 

30 anni: rata 899 euro
interessi totali da pagare:
173.757 euro
35 anni: rata 855 euro
interessi totali da pagare:
209.219 euro
Differenza rata: 44 euro
differenza interessi:
35.462 euro

 


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy