Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Leasing immobilare: caratteristiche peculiari e possibili vantaggi

Per semplificare soprattutto la componente fiscale della gestione di immobili ad uso strumentale per lo svolgimento dell’attività di impresa (vedi anche Mutuo per imprese), un prodotto utile è rappresentato dal leasing immobiliare.

Quasi tutte le banche prevedono almeno un prodotto ad hoc, con delle differenze sia per il tipo di attività a cui l’immobile viene destinato (commerciale, direttivo, artigianale, ricettivo, sanitario, ecc) che per tipologia (ad esempio magazzino, locale adibito ad attività produttiva, di vendita, trasformazione, ecc).

Altre differenze si possono avere a seconda che siano finanziabili anche le opere di costruzione, oppure il solo acquisto di immobili già in essere e finiti. Le grandi città (come Milano e Roma) hanno dei canali privilegiati anche per l’individuazione degli immobili più adatti, tramite un’assistenza specifica svolta dalla stessa banca, ma in tutti i casi la scelta finale deve avvenire in accordo con i calcoli del proprio fiscalista, al fine di massimizzare i vantaggi propri del leasing con la componente di gestione del bilancio (ammortamento, detrazione dei canoni, ecc).

Il lease back

Detto anche leasing back è una forma particolare di leasing, dove il proprietario dell’immobile (per quello immobiliare) è proprietario dello stesso in origine. Avendo bisogno di nuova liquidità, oppure per allungare il piano di ammortamento (la cui durata può essersi esaurita) sceglie di venderlo ad una società, firmando il contratto di lease back, continuando ad utilizzarlo dietro pagamento del canone periodico, e tornandone proprietario alla scadenza dello stesso contratto, secondo le modalità ivi indicate (vedi anche Confronto ammortamento italiano e francese).

Condizioni

Si tratta di un ambito in cui la negozialità è quasi senza limitazioni, con tante variabili, come le percentuali in uso per la determinazione della rata o del canone, il tipo di tasso, la periodicità del rimborso, le spese di istruttoria, ecc. Quindi bisogna rivolgersi alle banche (anche per richiedere un semplice preventivo), e vedere fino a che punto si riesce ad ottenere un prodotto il più possibile personalizzato.

Il funzionamento è analogo a quello di qualsiasi altra operazione di leasing, con acquisto dell’immobile da parte della finanziaria che dietro corresponsione del canone ne permette l’uso.

Esempi di Banche

  • Unicredit ha una sezione molto sviluppata. Prevede un raggio di finanziabilità che comprende anche il settore turistico e ricettizio o sanitario (i due aspetti che sono più difficili da reperire altrove). Finanziabili anche le operazioni di costruzione;
  • Credem permette sia la costruzione che l’acquisto di un immobile finito. Disponibili anche operazioni di leasing back;
  • Banca Iccrea è flessibile per differenti tipologie di uso, da quello per uffici, a quello artigianale, ecc;
  • Alba leasing è una società specializzata, ma non ammette i casi di costruzione, puntando solo sugli immobili finiti.

 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy