Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Tassi o durata: come scegliere il migliore mutuo surroga?

A fondamento della normativa che ha introdotto fattivamente la possibilità di poter spostare il proprio mutuo dalla banca attuale presso un’altra, c’è il principio in base al quale si deve ottenere un vantaggio concreto che, nella grande maggioranza dei casi, si ha nel momento in cui si stipula un contratto di mutuo migliore.

Effettivamente non esistono delle limitazioni di legge, ma si rimanda al semplice buon senso dei mutuatari. In quest’ottica non è semplice riuscire ad individuare il miglior mutuo surroga (contestualizzato ad un determinato momento). E’ inoltre necessario essere sufficientemente prudenti per il fatto che le chance di poter usufruire in futuro di una nuova portabilità potrebbero essere molto difficili, perché la banca che viene “lasciata” subisce una perdita sul guadagno non realizzato e quella presso la quale si approda affronta dei costi che vengono ammortizzati dopo un certo lasso di tempo.

Tutto questo deve far riflettere su un aspetto fondamentale: scegliere quello che sembra il miglior mutuo surroga in un determinato momento (ad esempio per ciò che il mercato ha da offrire nel 2015) non è detto che si confermerà a lungo la scelta realmente più incisiva per le proprie finanze.

Come fare la propria scelta?

Risparmiare è fondamentale, anche se spesso si commette un errore di ingenuità, andando da una parte a scegliere un mutuo con tassi più bassi e dall’altra, decidendo di mantenere, a fronte di una rata più bassa, la stessa durata o, addirittura, scegliendo di prolungarla ulteriormente così da rendere ancora più comoda la rata da pagare ogni mese.

A meno che non ci siano delle ragioni specifiche e invalicabili, per cui si possa scegliere di surrogare e allungare la durata, se si vuole ottenere un reale vantaggio, bisogna invece lasciare invariata l’entità della rata (se si riesce a pagarla senza troppe difficoltà) e chiedere un accorciamento del piano di ammortamento (tanto più incisivo quanto più si è ancora nella fase iniziale dei rimborsi).

Quindi il miglior mutuo è sicuramente quello che, nella portabilità, consente di raggiungere questi obiettivi, senza opporre delle limitazioni o restrizioni che finirebbero con il rendere la procedura vana e, in prospettiva futura, anche dannosa.

Quanto sono affidabili le promozioni?

Le banche devono recuperare clienti ed una buona reputazione, e quale metodo migliore di quello di sbandierare proposte di trasloco dei mutui a costi e tassi veramente allettanti? Bisogna però essere molto cauti, e guardare con maggiore attenzione ciò che si conferma fuori dal mercato, perché molto spesso dietro ad un messaggio allettante si nascondono condizioni difficilmente raggiungibili per moltissimi interessati.

Quindi per prima cosa bisogna farsi fare un preventivo e chiarire bene tutte le condizioni imposte, e poi valutare se il vantaggio, per la propria situazione, è concreto o se è meglio attendere qualcosa di più adatto.

Torna alla pagina principale: Guida surroga mutui.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy