Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Surroga mutuo e preventivo: le cose da sapere, gli errori da evitare

Spesso ci si trova davanti alla domanda su quali documenti siano necessari per poter procedere ad una surroga del mutuo corrente, partendo dall’errata conclusione che trattandosi di un finanziamento già concesso, la documentazione debba essere ridotta all’essenziale.

In realtà si tratta di un finanziamento completamente nuovo con in più l’aggiunta del conteggio di estinzione del mutuo che si va a sostituire. Non serve invece, come documento ufficiale, il preventivo della surroga del mutuo, ma è comunque un documento molto importante per poter prendere una decisione, individuando il prodotto migliore, o bloccare, per quanto possibile, le condizioni agevolate riservate a una promozione in un momento particolare.

Attenzione al tipo di preventivo

Può succedere che venga confuso con le simulazioni od i tentativi di ricercare, in un’ottica di fattibilità, un mutuo surroga, con gli strumenti che esistono online (anche sui siti delle banche come ad esempio Intesa SanPaolo), ma in questi casi non si tratta di un vero preventivo.

Le novità degli ultimi anni sulla normativa hanno infatti stabilito le caratteristiche deve avere obbligatoriamente un preventivo, perché sia valido, e la durata che le condizioni riportate potranno avere (fermo restando le limitazioni dettate dalle caratteristiche dei tassi ai quali viene fatta l’indicizzazione di quello finito).

Ciò non toglie, che a parità di altre condizioni considerate fondamentali nella propria scelta (non sempre utilizzabili per poter effettuare una ricerca con un comparatore online), per risparmiare bisogna semplicemente puntare il dito verso il preventivo che riporta il Taeg più basso (che deve essere specificato in modo obbligatorio per legge).

Tuttavia dato che la scelta, soprattutto tra tassi più strutturati e complessi, rispetto al classico fisso o variabile, è difficile spesso anche per gli addetti ai lavori, alcune banche, come Unicredit (vedi anche Mutuo Valore Italia) e Bnl puntano fortemente sul valore della consulenza ‘ad personam’ (fin dalle fasi iniziali).

Diametralmente opposta la posizione di Poste Italiane (vedi anche Mutuo Bancoposta Affitto) che, non avendo un partecipazione in prima persona per le decisioni sull’erogazione, è costretta a mantenere un profilo basso e purtroppo, in casi come questo, poco esaustivo sul piano stesso dell’informazione.

Quanto aiutano i siti di comparazione?

Al di là dei limiti e delle convenzioni o agevolazioni accessibili, possono essere utili per fare una scrematura iniziale. Di contro trattandosi, il mutuo, di un prodotto spesso adattato a molteplici impieghi, si rischia di non poterne percepire le differenze senza poterne perciò sfruttare al meglio gli eventuali vantaggi.

Torna alla pagina principale: Guida surroga mutui.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy