Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Ricerca del mutuo – 5 errori da evitare

La ricerca del mutuo rappresenta una fase molto delicata, poiché può risultare con le stesse probabilità estremamente utile e proficua oppure del tutto inutile e sterile. Come fare per evitare di perdere tempo e riuscire a completare una ricerca del mutuo in modo efficace? Vediamo qualche semplice consiglio.

1)A cosa serve il mutuo?

Per prima cosa ci si deve interrogare quale sarà il tipo di uso o impiego che si dovrà fare con la somma richiesta: acquisto, ristrutturazione, costruzione, sostituzione, surroga? Questo primo passaggio è importante perché ci sono pochissimi prodotti ‘polivalenti’ che le banche mettono a disposizione per tutte le varie finalità. Generalmente gli istituti di credito tendono a offrire prodotti più specifici e sono previste spesso soglie finanziabili differenti proprio in funzione della finalità (vedi anche Miglior mutuo surroga oggi).

2) Il miglior tasso: fisso o variabile?

Confrontare semplicemente l’importo di una rata a tasso fisso con una a tasso variabile non ha senso, poiché la scelta del tasso di un mutuo dovrebbe essere fatta considerando altri aspetti quali:

  • propensione al rischio e quindi alla variabilità della rata;
  • tipo di lavoro e di entrate che si hanno;
  • carichi familiari;
  • importo della rata realmente sostenibile.

Quindi nella ricerca del mutuo si dovrebbe, sulla base di queste condizioni, decidere a monte se optare per un tasso fisso o variabile e fare poi comparazioni di differenti prodotti che usano lo stesso tasso (ad esempio il Mutuo a tasso fisso di Unicredit, con quello di CheBanca, Bnl, Ing Direct, ecc).

3) Solo online per ottenere il mutuo migliore?

Molti prodotti ottenibili online garantiscono migliori condizioni rispetto ai prodotti tradizionali. Per i mutui però non è detto che sia così. Limitare la ricerca a mutui esclusivamente online fa perdere di vista ottimi prodotti disponibili solo con il canale tradizionale. Come esempi ad esempio troviamo il Mutuo Valore Italia, il Gran Mutuo di Cariparma, il Mutuo Risparmio di CheBanca, ecc.

4) Fare ricerche solo con i comparatori online?

La ricerca dei mutui online tramite l’uso di un comparatore aiuta a restringere la rosa dei prodotti più interessanti sulla carta. Per prima cosa la selezione del finanziamento andrebbe fatta usando almeno due o tre comparatori differenti (cioè non appartenenti alla stessa società). In questo modo è possibile avere una panoramica più oggettiva, visto che i siti di comparazione hanno una serie di convenzioni ed accordi che possono condizionare l’esito della ricerca stessa.

Approfondimento: Simulazione mutuo.

5) Evitare i costi di intermediazione ad ogni costo?

In linea di principio risparmiare è sempre la cosa migliore, ma se si ha una situazione difficile solo tramite un esperto si possono avere concrete chance di concludere positivamente la richiesta del mutuo.

Escludere questa possibile strada (partendo dal principio che chiedere non deve costare assolutamente nulla se si rimane sul piano della ricerca del preventivo) può fare la grande differenza tra il riuscire ad acquistare la casa dei propri sogni o rinunciarci definitivamente.

Insomma si tratta di dare un valore “economico” alla soddisfazione che si otterrebbe realizzando quello che è uno dei desideri più importanti.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy