Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Spese di gestione del mutuo e incasso rata

Molte banche chiedono il pagamento di una commissione per l’incasso di ogni singola rata di ammortamento. Anche se si tratta di una spesa contenuta, generalmente compresa tra 1 e 5 euro, se rapportata ad una durata di 30 anni si può trasformare in una spesa di rilievo (3x12x30 = 1080 euro, quindi una voce di spesa di tutto rispetto !).

Esistono poi un’insieme di altre “spese di gestione” che variano da banca a banca e in genere comprendono:

  • Spese produzione ed invio certificazione annuale interessi passivi: circa 5-8 euro
  • Spese invio avviso scadenza (non previsto per mutui con addebito automatico in conto): circa 1,50 euro
  • Spese rinnovazione ipoteca (per i mutui oltre i 20 anni): circa 100-120 euro
  • Spese produzione ed invio comunicazione di legge: circa 1-3 euro

 

Anche queste spese, moltiplicate per il numero di anni del mutuo, non sono affatto trascurabili.

Attenzione alle spese di invio comunicazioni !
Riguardo alle spese di produzione e invio comunicazioni di legge è bene precisare che nessun importo può essere addebitato al cliente relativamente alla predisposizione, produzione, spedizione, o altre spese comunque denominate relative alle comunicazioni di cui agli articoli 7 (estinzione anticipata), 8 (portabilità del mutuo – surrogazione) e 13, commi da 8-sexies a 8-terdecies (cancellazione ipoteca) del Decreto Legge n . 7 del 31 gennaio 2007, convertito con modifiche in legge n. 40 del 2 aprile 2007.