Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Mutuo Domus di Intesa San Paolo: una ‘buona’ scelta anche per la surroga?

Intesa SanPaolo ha scelto di puntare sulla semplicità, ma senza tralasciare la qualità e la visibilità raggiunta, anche per quanto riguarda la surroga dei mutui, con l’uso del Mutuo Domus il cui nome è considerato ormai un sinonimo di quello della banca proponente.

In sostanza si hanno tre possibili alternative: il Domus a tasso fisso e il Domus a tasso variabile (in questo caso si hanno due scelte tra l’indicizzazione all’ Euribor ad un mese o al MRO della Bce), con l’aggiunta della versione del misto, accessibile in tre formule.

Caratteristiche principali, ed eventuali limiti

Tra la versione di mutuo destinata all’acquisto o ristrutturazione (ma anche costruzione di un immobile, il tutto compreso all’interno della finalità Abitativa) e quella di surroga mutuo di Intesa SanPaolo non c’è una grande differenza, in quanto le condizioni, compresa la soglia massima finanziabile (che può arrivare fino al 95% del LTV ma solo fino a 300 mila euro, altrimenti la soglia finanziabile è dell’80%) sono praticamente identiche.

La principale differenza sta nei costi, che sono a carico della banca (tanto per le spese di istruttoria e perizia che per quelle notarili) e nella soglia minima finanziabile che, anziché dai 30 mila euro, parte dai 50 mila euro. Queste condizioni valgono tanto per il Mutuo Domus a Tasso variabile, che a tasso fisso.

In entrambi i casi si può decidere se sottoscrivere le polizze assicurative facoltative per sentirsi più sicuri (sia di fronte al caso di decesso che della perdita di impiego). E’ inoltre possibile aggiungere le opzioni di sospensione e salto della rata che rendono la gestione più flessibile o si può effettuare online la simulazione del calcola rata per conoscere l’impatto della rata da rimborsare mensilmente.

Conclusioni e opinioni

Intesa SanPaolo ha mantenuto una maggiore attenzione ai giovani, anche in un periodo di difficoltà di accesso al credito, ma nel caso della surroga non ha effettuato molte deroghe alle limitazioni che tradizionalmente la rendono poco accessibile, ed a volte poco interessante, proprio con questa banca.

Da sindacare soprattutto la permanenza della soglia dei 50 mila euro, che rimane eccessivamente elevata, specie se si fa una comparazione con altre banche che hanno saputo rinnovare maggiormente (e forse meglio) la propria offerta globale.

Torna alla pagina principale: Guida surroga mutui.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy