Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Tasso fisso: quando conviene la portabilità dal variabile?

Si può fare una surroga da un mutuo a tasso fisso ad un altro mutuo a tasso fisso con la stessa banca? La risposta è senza alcun dubbio negativa, in quanto il legislatore ha deciso che la surroga si può effettuare solo traslocando dai prodotti di una banca a quelli di una banca diversa con lo scopo di ottenere un prodotto migliore.

Ciò non significa che non si possano modificare le condizioni del proprio mutuo, rimanendo con la stessa banca, ma in questo caso si parla di rinegoziazione, oppure bisogna procedere con una sostituzione.

Invece per la scelta del tasso di arrivo, non c’è nessun vincolo con quello di partenza, nel senso che si può partire da un tasso fisso ed approdare, con una surroga, a un mutuo sempre a tasso fisso.

Quando scegliere il tasso fisso?

In momenti in cui i tassi fissi sono molto bassi, non si dovrebbero nutrire particolari dubbi riguardo alla scelta, anche se nell’immediato si pagherà un ‘qualcosina’ in più rispetto ad un variabile. Questo orientamento viene spesso tracciato e promosso dalle grandi banche, come Unicredit e Bnl, che stanno proponendo mutui (adattabili anche all’ipotesi di surroga) con un tasso finito molto basso (molto significativo quello fisso fermo al 2% proposto all’interno dei mutui Valore Italia se si rientra in alcune caratteristiche).

L’unica eccezione potrebbe aversi nel caso di un mutuo a tasso fisso attuale per passare ad un variabile, ma a fronte di una durata residua inferiore ai 10 anni del mutuo in corso, e la possibilità di ridurne ancora la durata sfruttando l’abbassamento della rata, in un processo di compensazione che permetterebbe di sfruttare realmente il potere di risparmio del passaggio ad un altro tipo di tasso.

Il discorso cambia nel caso in cui si desideri procedere alla surroga anche per alleggerire il peso delle rate, che sono diventate difficilmente gestibili (vedi anche Come acquistare casa all’asta).

Quanto servono i comparatori nella ricerca?

Avere le idee chiare sulla condizione che sta vivendo il mercato, è sempre il primo passo. Da qui confrontare, anche tramite comparatori online, le varie proposte diventa semplice, anche per poter individuare le offerte che sfruttano una promozione con una scarsa incidenza reale in un periodo non breve come quello di rimborso di un mutuo.

Tuttavia, prima di procedere in una direzione, può essere necessario prima informarsi presso una delle filiali della banca scelta e vedere se si ottengono le stesse condizioni rispetto a quelle proposte online, e quindi valutare, alla luce del possibile risparmio reale o presunto, la migliore scelta per se.

Torna alla pagina principale: Guida surroga mutui.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy