Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Casa Conviene del MEF- Fondi Pubblici e agevolazioni 2018

Essere sempre informati sui bonus e sui fondi pubblici destinati alla prima casa, previsti dalla legge e da sue eventuali modifiche, di anno in anno può essere difficile. Le novità spesso non mancano, e se non si ha la giusta informazione si rischia di perdere delle allettanti possibilità di risparmiare. Per questo scopo nel 2016 il MEF ha dato il via alla campagna di informazione ‘Casa conviene!’. Con il 2018 si è arrivati alla terza campagna consecutiva, aggiornata quindi con le novità e le condizioni che riguardano l’anno corrente.

A cosa serve?

Si tratta di una vera e propria campagna informativa, che ha quindi l’obiettivo di permettere a famiglie proprietarie di un immobile, ma anche imprese e locatari, di essere informati in modo attento su tutte le agevolazioni accessibili. Queste informazioni potranno riguardare bonus e detrazioni ma anche le agevolazioni di accesso al mutuo (per chi ha maggiori difficoltà ad accedere a questa forma di finanziamento).

Quali sono i bonus della campagna di informazione?

Casa Conviene per il 2018 riporta i bonus che sono stati introdotti oppure riconfermati con la legge di bilancio 2018. Focalizzandoci sulle novità troviamo:

  • la detrazione con il Bonus Verde;
  • la detrazione delle spese per chi fa lavori ‘combinati’ di riqualificazione energetica o prevenzione antisismica.

Come conferme troviamo invece le seguenti detrazioni legate a:

  • Ecobonus: si tratta delle detrazioni per ristrutturazione e/o riqualificazione energetica degli edifici ( approfondimento Mutui agevolati acquisto case ecologiche);
  • Bonus Mobili: se gli immobili sono oggetto di lavori di ristrutturazione, si può portare in detrazione il 50% delle spese relative all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+ (A per i forni);
  • Sisma Bonus: per i lavori di ristrutturazione finalizzati alla messa in sicurezza degli edifici.

I riferimento alle agevolazioni appena indicate è stata introdotta la possibilità di cedere il credito fiscale derivante dall’Ecobonus e dal Sisma bonus alle imprese che svolgono i lavori di ristrutturazione o ad altri soggetti (come ad esempio il nuovo acquirente dell’immobile). Non solo ai soggetti considerati incapienti viene offerta la possibilità di cedere il credito fiscale alle banche.

Informazione sull’accesso ai fondi di garanzia statale

Come già accennato su Casa Conviene sono presenti anche informazioni riguardo ai fondi di agevolazione all’accesso al credito ed, in generale, sulle principali iniziative volte a rendere i potenziali acquirenti di immobili più consapevoli delle proprie scelte. Tali info aggiornate sono consultabili sempre sul sito del Mef.

Tra i fondi di garanzia statali accessibili anche per il 2018 è messo in evidenza il Fondo di garanzia per acquisto e ristrutturazione della prima casa che consente la richiesta mutui ipotecari fino a 250.000 euro con copertura della garanzia statale fino al 50% dell’importo del finanziamento.

Ricordiamo che tale agevolazione è accessibile solo se si tratta di abitazione principale non rientrante nelle categorie catastali A1 (abitazioni signorili), A8 (ville) e A9 (castelli, palazzi). L’immobile inoltre non deve essere considerato ‘abitazione di lusso’ secondo il decreto del Ministero dei Lavori Pubblici del 2/8/1969). Per la richiesta va usata l’apposita modulistica ma inoltrando la domanda in modo diretto alla banca aderente al Fondo di garanzia.

Leasing immobiliare

Nonostante non sia una vera e propria novità (il decreto legge di riferimento è infatti del 2015) in Casa Conviene vengono riportate anche le agevolazioni inerenti al leasing immobiliare. Anche in questo caso i bonus fiscali sono riferiti alla prima casa (anche per immobili da costruire). Possono accedere agli incentivi i nuclei familiari che hanno un reddito inferiore ai 55 mila euro. I benefici per gli under 35 possono essere riassunti nella detraibilità pari al 19%:

  • dei canoni fino a max 8 mila euro annui;
  • del prezzo del riscatto fino ad un importo massimo di 20 mila euro.

Tali importi vengono dimezzati nei casi l’avente diritto abbia un’età maggiore di 35 anni.

Dove trovare le informazioni?

Le info possono essere reperite anche sul sito casa.governo.it oppure attraverso gli appositi opuscoli che sono messi a disposizione dai soggetti aderenti alla campagna Casa Conviene. Numerosi i partner dell’iniziativa tra cui molte associazioni dei consumatori, Abi e Confedilizia.

Data rilevazione: 07/06/2018 – Fonte: sito Ministero dell’Economia e delle Finanze.

 

Vai all'indice delle news


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy