Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Tasse casa 2014/15: chi paga IMU, TASI e TARI?

Nell’ultimo biennio i proprietari di immobili si sono più volte visti chiamare in causa per fare fronte al pagamento di tasse e imposte di vario tipo (vedi anche Iva acquisto prima casa). Le ultime novità prevedono la cancellazione della Imu per la maggioranza delle abitazioni principali, e il suo mantenimento per le seconde case e case di lusso e similari, e l’introduzione della Iuc (composta da Tari e Tasi) che coinvolge in modo di diretto sia proprietari che affittuari.

Imu 2015: esonerate le abitazioni principali non di lusso e le eccezioni per le forze armate

L’Imu è stata formalmente cancellata solo per le abitazioni principali a meno che non rientrino in quelle di lusso per le quali il pagamento sarà dovuto comunque. I proprietari di queste ultime e delle seconde case dovranno effettuare il pagamento (il calcolo degli importi dovuti segue le stesse regole dell’anno passato) in due rate, ovvero entro il 16 giugno e il 16 dicembre.

E’ stato confermato l’esonero dal pagamento dell’Imu per i proprietari di immobili che facciano parte delle forze armate a patto che l’abitazione in questione (che non risulta come abitazione principale in quanto non vi è posta la residenza) sia comunque l’unica unità immobiliare di proprietà (vedi anche Legge di stabilità 2016).

Iuc 2015: Tari e Tasi a chi spettano?

Un po più complicato il discorso sulla Iuc (Imposta Unica comunale) che coinvolgerà anche i titolari di abitazioni principali e gli inquilini per le abitazioni date in affitto, e che si compone della Tari (che ha sostituito la Tares, quindi è la nuova tassa sui rifiuti) e la Tasi (l’imposta sui beni indivisibili).

La scadenza della Iuc è fissata al 16 giugno per quanti decideranno di effettuare il pagamento in una sola soluzione. I comuni possono offrire la possibilità di effettuare il pagamento in due rate, fissando delle scadenze differenti, che varieranno quindi da comune a comune.

La Tari dovrà essere pagata da coloro che sono nella condizione di produrre dei rifiuti urbani, per cui il pagamento ricadrà anche sugli inquilini e non solo sui proprietari degli immobili. Invece la Tasi è a carico esclusivamente dei proprietari.

Guida calcolo tasse 2015: Imposta Unica Comunale (IUC) invece di Tares ed Imu

Infine c’è la parte relativa al calcolo degli importi dovuti. Il funzionamento è analogo a quello del calcolo della base imponibile per l’Imu, mentre le aliquote potranno arrivare al massimo al 3,3 per mille per le abitazioni principali e 11,4 per mille per le seconde case e locali commerciali, se i comuni si avvarranno della possibilità di aumentare l’aliquota dello 0,8 per mille, ottenendo un extra gettito che dovrà andare però a finanziare le eventuali detrazioni.

 

Vai all'indice delle news


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy