Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 

Pagare un mutuo senza l’ obbligo di apertura di conto corrente

A livello legislativo risale a quasi un decennio fa il provvedimento secondo il quale le banche non potevano obbligare un mutuatario ad aprire il conto corrente contestualmente alla richiesta del mutuo. Tuttavia l’imperativo di aprire un conto corrente veniva posto sotto la forma di una “calorosa raccomandazione” per rendere l’evoluzione della pratica molto più agevole.

Decreto Salva Italia, mutui e conti correnti bancari e postali: cosa è cambiato?

Il decreto Salva Italia ha ripreso in mano questa prassi e ha sancito in modo più chiaro il fatto che le banche non possono obbligare ad aprire un conto corrente per erogare un mutuo. Ciò significa semplicemente che si può avere il conto corrente in una banca ma chiedere un mutuo ad un’altra, seguendo il principio della maggiore convenienza.

Tuttavia questo non impedisce che le banche possano chiedere o proporre un proprio conto, anche se dovranno rendere note e chiare le condizioni economiche permettendo di fare una agevole comparazione con quelle che si hanno già, così come avviene per le polizze assicurative. Prassi, questa, adottata dalla maggior parte delle banche, e non sempre sconveniente per il richiedente.

Non è detto, infatti, che non ci sia da “guadagnare” con l’apertura del conto corrente contestuale al mutuo, e non solo per la possibilità di rendere più agevole l’approvazione della pratica, ma anche per la possibilità di ottenere delle condizioni economiche più vantaggiose, sia per i costi del conto che per le condizioni del mutuo stesso.

In ogni caso le banche, richiedono che i mutuatari siano in possesso di un conto corrente, presso qualsiasi istituto di credito, dove poter accreditare la somma e addebitare il pagamento delle rate, per cui la totale assenza di un conto corrente va risolta prima che si passi alla fase di erogazione.

Non trascurare le possibilità dei mutui scontati con il conto corrente

I mutui off set non sono molto conosciuti come una categoria di mutuo particolare, ma sono abbastanza usati: si tratta di quei mutui che usufruiscono di sconti sul tasso (generalmente con un abbattimento di una parte dello spread). Nella maggior parte dei casi per poter ottenere questi sconti basta fare delle piccole operazioni come possedere il conto corrente presso la stessa banca ove aver accreditato lo stipendio, oppure mantenere un certo livello di giacenza, o accettare di sottoscrivere determinati prodotti accessori.

L’unico problema sta nel fatto che se queste condizioni che garantiscono lo sconto dovessero venir meno, si rischia di ricadere in condizioni più onerose di una situazione standard, per cui bisogna valutarli solo se si ha la certezza di poter mantenere almeno alcune delle condizioni minime richieste.

Per conoscere i reali costi di un mutuo di consiglio di leggere “Spese e costi del contratto di mutuo”


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy