Mutui a confronto
Mutui a tasso fisso
Mutui a tasso variabile
Mutui a tasso misto
Mutui ordinati per banca
 

Capire i mutui
I mutui casa
Il mutuo fondiario e altri tipi di mutuo
Tasso fisso, variabile o misto ?
Il piano di ammortamento
Imposte mutuo e agevolazioni fiscali
I costi del mutuo e le spese notarili
Ipoteca
Estinzione mutuo
FAQ
Glossario
Consigli utili

 


Pignoramento Immobiliare

In generale, il pignoramento è l’atto (proposto dal creditore) con cui inizia l’espropriazione forzata. Prima di passare all’azione di esecuzione forzata, però, è necessaria l’esistenza, e la notifica, di un titolo esecutivo e di un precetto.

Il pignoramento immobiliare si esegue mediante notifica al debitore e successiva trascrizione nei registri immobiliari di un atto contenente l’esatta descrizione dell’immobile e l’ingiunzione al debitore di non compiere atti dispositivi (qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito i beni che sono oggetto dell’espropriazione e i frutti di esso).
Oltre al bene immobile possono essere pignorati anche i mobili in esso contenuti, quando appaia opportuno che l’espropriazione avvenga unitamente.

Effetti del pignoramento

L’effetto del pignoramento è quello di rendere non opponibile al creditore procedente, e agli altri creditori che intervengono nell’esecuzione, gli atti di disposizione compiuti sui beni pignorati (ad esempio la vendita).
Per gli immobili vale la regola dell’anteriorità della trascrizione.

Torna a Guida ipoteca e garanzie mutuo.


 

 

 

 

 

Privacy - Cookie Policy